Lifestyle & Travel Viaggi

San Vito Lo Capo e Favignana: alla scoperta di Trapani

21 agosto 2017

Viaggiare per il mondo è di certo una delle cose più belle che la vita possa offrire ma quando hai a poche ore di macchina dei veri e propri paradisi da scoprire, tutto diventa più semplice. La mia Sicilia offre delle ricchezze inestimabili, dagli scenari paesaggistici mozzafiato ai monumenti di arte e cultura patrimonio dell’umanità.

Così, ancora una volta, io e la mia famiglia siamo andati alla scoperta di Trapani, a San Vito lo capo e Favignana per la precisione, ma non solo!

Un viaggio family friendly, così come l’ho ribattezzato io, insieme ad una coppia di amici e agli zietti, per goderci il bellissimo mare della zona del trapanese ma anche per andare alla scoperta di quei borghi marinari come Scopello e Castellammare del golfo passando per la caratteristica Erice.

San vito lo Capo, dove alloggiare in una delle mete più affollate delle estati siciliane

Proprio per venire incontro alle nostre esigenze di famiglia, abbiamo deciso di alloggiare a pochi km fuori da San Vito Lo Capo, precisamente a Castelluzzo, a due passi dalle belle spiagge ma fuori dal caos e dalla “movida” di San Vito. Abbiamo alloggiato presso il delizioso B&B “Il Giardino della Nonna”, che offre tutti i comfort necessari, con un bellissimo giardino con terrazzo e la possibilità di usufruire delle biciclette che la proprietaria mette a disposizione per tutti i clienti. Un bacio alla Signora Maria e alla dolcissima Lucrezia che non ci ha fatto mai mancare nulla!

A due passi da Castelluzzo, alcune bellissime calette come Baia Santa Margherita, alle quali arrivare con un comodo trenino che accompagna i turisti dal parcheggio gratuito direttamente in spiaggia. Utile ma soprattutto divertente per i più piccini!

montagne san vito lo capo

Vista da Baia Santa Margherita

san vito lo capo panoramacaletta baia santa margherita baia santa margherita panorama san vito lo capo san vito lo capo viaggio in famiglia

 

San Vito Lo Capo col suo mare cristallino e una bellissima spiaggia chiamata Costa Gaia, offre tantissime bellezze naturali come le preziose riserve dello Zingaro e la Tonnara del Secco. La sera, tantissimi localini e negozi costeggiano la strada principale frequentata da molti turisti.

Progettate una cena al bellissimo ristorante Syrah (da prenotare prima delle 20.00) e assaggiate il cous-cous, piatto tipico della zona che ospita infatti il Cous Cous Festival. Imperdibile anche il dolce “Caldo Freddo” (da ordinare presso la gelateria “La Sirenetta” in pieno centro), un gelato (del gusto che preferite), servito in un lemmo, tipica ciotola di terracotta, arricchito da un pan di spagna imbevuto di liquore e ricoperto da caldo cioccolato fondente fuso. Una delizia (che può sostituire tranquillamente il pranzo o la cena vista la quantità e le calorie!!!).

San vito lo Capo e dintorni, cosa visitare nel territorio trapanese

Altra tappa imperdibile durante la nostra settimana in provincia di Trapani, Erice: piccolo borgo medievale, circondato da gigantesche mura, sede di 66 chiese. Per arrivare ad Erice abbiamo deciso di prendere la funivia, mezzo “alternativo” per godere del panorama (al tramonto è possibile scorgere le isole egadi) e per far divertire il piccolo di casa – che in realtà era in uno stato misto tra eccitazione e paura!

Ad Erice dovete assolutamente assaggiare le Genovesi, gustosi biscotti ripieni di crema di una bontà unica. Così, prendetevi del tempo, andate nella più famosa pasticceria di Erice, quella di Maria Grammatico, e gustate le genovesi tra i vicoletti del borgo. Io mi sono ripromessa di ritornarci per visitarla di giorno e godere ancora di più della sua vista panoramica!

cosa mangiare ad erice Erice Borgo medievale

San Vito Lo Capo e Favignana: come arrivare all’isola dalle acque blu

Potevo perdermi l’opportunità di una tappa in una delle isole più belle – e selvagge – della mia Sicilia, Favignana ? Assolutamente no! Così, abbiamo progettato l’escursione di un giorno, in tempo per prenotare l’aliscafo. Il mio consiglio è infatti quello di prenotare in loco (per conoscere  le condizioni meteo) ma almeno 2 giorni prima della data stabilita per evitare che non ci siano più posti. Noi abbiamo scelto Liberty Lines prenotando direttamente dal porto di Trapani. Favignana non è certamente l’isola ideale per chi viaggia con bambini, ma per fortuna, il mio piccolo Samuele ama le avventure e avreste dovuto vederlo mentre si arrampicava tra gli scogli di Cala Rossa e ammirava quelle meravigliose acque cristalline che ci hanno riempito gli occhi e il cuore. All’interno dell’isola ci siamo spostati con un auto presa a noleggio, ma sono disponibili anche scooter o biciclette (bisogna solo avere tanto fiato con quel sole a picco, ma cosa vuoi che sia!). Un’avventura vera e propria tra vicoli sconosciuti, un wi-fi altalenante ad indicarci la strada e solo un piccolo centro, accanto al porto, dove ci siamo fermati per mangiare del buonissimo “street food” rivisitato in chiave sicula presso “U Coppu”. Paranza, panini con tartare di tonno, pesce spada, pane e panelle, ottimi e a prezzi very cheap! Simbolo dell’isola, il Palazzo Florio e la tonnara, proprio perché si pratica ancora la pesca del tonno. Le calette più belle di Favignana: Cala Rossa (considerata una delle spiagge più belle al mondo!), Cala Azzurra, Cala Rotonda, Cala Stornello e Lido Burrone assolutamente più pratico  per chi viaggia in famiglia. In alto, si erge il forte di Santa Caterina costruito da Ruggero II il normanno.

Favignana Cala Rossa mare blu di Favigana isole egadi Vista Cala Rossa Favignana

 

E infine la spiaggia di Guidaloca e Scopello

Bellezza folgorante, quella di Scopello con i suoi splendidi faraglioni a ridosso di Castellammare del golfo, sede di un’antica tonnara e vicino alla spiaggia di sassi di Guidaloca, una delle tappe preferite durante il nostro soggiorno, con uno dei mari più belli della zona.

Avrei voluto vedere ancora e ancora di più, la mia Sicilia è una terra dalle mille risorse e 6 giorni sono davvero pochi! Sono però tornata a casa con mille foto da sistemare, tante risate, dolci ricordi e una bottiglia di Marsala, liquore tipico di un altro luogo che desidero presto visitare.

spiaggia di guidaloca a scopello

Spiaggia di Guidaloca – Scopello

vista castellammare del golfo

Vista Castellammare del golfo (TP)

vista scopello

Vista di Scopello (TP)

castellammare del golfo viaggio in famiglia spiaggia guidaloca mare azzurro spiaggia di guidaloca a scodello faraglioni scodello trapani viaggio in famiglia

Vi ricordo che potete seguirmi anche su Instagram per vedere i miei video e le mie foto, mi trovate come @sara.aiello_

 

Comments

comments

No Comments

Leave a Reply