Look da Star Moda

I migliori e peggiori outfit di Sanremo

19 febbraio 2014
Anche quest’anno, puntuale come l’esattore delle tasse, arriva il festival di festival di Sanremo alias l’evento mediatico più nazional-popolare di tutti i tempi e di tutti i luoghi.
Che voi siate radical chic e abbiate avversione verso questo tipo di manifestazioni o che, invece, non vediate l’ora, ogni anno, di sorbirvi cinque giorni cinque di canzoni che dureranno, nella memoria collettiva, l’espace d’un matin, dovete ammettere una grande verità: Il Festival di Sanremo è l’unico appuntamento, in Italia, che non si può ignorare. Tutti i principali mezzi di comunicazione di massa sono attirati, come le api dal miele, in questo gorgo fatto di lustrini, pallettes, pochi fiori (Fazio non li vuole sul palco) molte ovvietà e poche canzoni davvero belle.
Un’evento, quindi, che non può essere ignorato nemmeno dai social media per cui anche noi di Missandmakeup, vogliamo dire la nostra sulla prima puntata del festival soffermandoci sui look dei concorrenti e degli ospiti che hanno animato la serata di apertura.
Prima di iniziare a parlare degli outfit di ieri sera devo fare un “mea culpa”: mi ero ripromessa di guardare tutta la prima puntata, di sorbirmi tutte le canzoni in gara senza nemmeno un battito di ciglia pur avendo avuto una giornata veramente infernale, ma…. non ce l’ho fatta, sò schiattata alla canzone di De Andrè (Cristiano, of course) ma avevano fiaccato già i miei buoni propositi i siparietti della Casta e di Fazio che hanno “straziato” miti del cinema quali Rita Hayworth e Monica Vitti.
Ho apprezzato la bellezza autentica e non plastificata di Laeticia Casta, le sue forme burrose da donna vera ma perché obbligarla a fare ciò che, evidentemente, non sa fare cioè cantare e ballare? Mah…
Comunque passiamo ai look.

I migliori e peggiori outfit di Sanremo

Arisa da brutto anatroccolo a donna sexy e sofisticata. la pencil skirt silver e la blusa in chiffon Jil Sander le stanno magnificamente ed esaltano le sue forme. Out le decollète a punta e bianche da indossare, a mio avviso, solo con l’abito da sposa.
Laetitia Casta indossa un abito Givenchy. Va bene l’abito da gran soirée ma perché indossare un paralume anni ’20 tenuto su da una catena?
Bellissime Tania Cagnotto e Francesca Dallapè in Gucci. Gli abiti indossati dalle due campionesse di tuffo sincronizzato sono sexy ed eleganti al tempo stesso.
Chi veste Gucci non sbaglia un colpo e Luciana Littizzetto era perfetta in tutti gli outfit creati per lei dalla maison. Questo è il mio preferito, l’unico lungo che ha sfoggiato durante la serata.
Molto sofisticato anche il look della cantante Giusy Ferreri in Just Cavalli. Perfetto anche il taglio alla moicana ingentilito dalle onde anni ’40. Unico neo le scarpe, che in questa foto fortunatamente non si vedono, degne di una cubista.
Prezioso, elegante, sartoriale, l’abito Valentino indossato da Cristiana Capotondi ma siamo sicuri che le tinte gold donino al suo incarnato?
Ormai è assodato: Raffaella Carrà è la nuova Lady Gaga. Molto rock nel suo completo John Richmond.
Funereo il look di Antonella Ruggiero. Non bisogna necessariamente vestirsi di nero da capo a piedi per essere eleganti e questa mise ce lo conferma.
Oggi va in onda la seconda serata del festiva, ho appena sentito in televisione che gli ospiti saranno Claudio Baglioni e le gemelle Kessler……Non so se sarò talmente stoica da sopportare cotanto parterre de roi o ripiegerò sull’ultima puntata di Peppa Pig….
Simona Aiello

 

Comments

comments

No Comments

Leave a Reply