Look da Star Moda

Golden globes 2013. I look da rep carpet parte II

15 gennaio 2013

Continuiamo la nostra passerella di star sul red carpet dei golden globes 2013 e vediamo quali altri look sono da premiare e quali da bocciare.

Black or White? Blackandwhite

Tante star hanno scelto il look total white o total black ma c’è chi, nell’indecisione, ha optato per un giusto mix.
 
 
 
 
 
Ecco Julianno Moore con una bellissima creazione Tom Ford.
 
 
 
 
Tina Fay opta per un  L’Wren Scott. L’abito è molto bello ma la lunghezza non sembra adatta ad una serata di gala.
 
 
 
 

 
Burgundy il colore must di stagione.
 
Scelto solo da due attrici, il colore dà il meglio di se in tutti e due i look.
 
 
 
 
Ecco la versione di Taylor Swift con un Donna Karan Atelier.
 
 
 
 
Ed ecco la versione della stupenda Naomi Watts con un abito Zac Posen
 
 
Con clutch abbinata by Salvatore Ferragamo.
 
 
 
 
Silver and Gold.
 
Le stelle, si sa, splendono e illuminano la notte con la loro luce ed ecco le dive di hollywood indossare l’oro e l’argento per risplendere di luce propria.
 
 
 
 
Oro per Emily Blunt in Michael Kors
 
 
e clutch Salvatore Ferragamo.
 
 
 
 
Una castata di cristalli argento per Isla Fisher in Reem Acra.
 
 
 
 
Thandie Newton opta per uno sbarazzino e convincente abito corto firmato Giles.
 
 
 
 
Carla Gugino in Rami Al Alì
 
 
 
 
Nude rose.
 
Colore difficilissimo da portare, vediamo quali bellezze di hollywood lo hanno scelto e con che risultati.

 
 
 
 
 
Il nude rose sta benissimo a chi è scuro di pelle, ed è bellissima Kerry Washington in Miu Miu.
 
 
 
 
Non convince, invece, la scelta del colore per Amy Adams. La sua pelle diafana avrebbe avuto bisogno di un tocco di colere più acceso. L’abito è firmato Marchesa. Splendida l’acconciatura dell’attrice.
 
 
 
 
Meravigliosa Megan Fox in Dolce e Gabbana.
 
 
 
 
Dolce e Gabbana anche per Helen Hunt.
 
 
 
 
Kaley Cuoco. Superba in questa creazione by Zuhair Murad.
 
 
 
Dal celeste piu’ impalbabile al più profondo blu.
Diverse nuances di celeste, blu, azzurro, hanno colorato il red carpet dei Golden Globes, passiamole in rassegna.
 
 
 
 
Celeste impalpabile la scelta di Jessica Chastain premiata come miglior attrice protagonista drammatica. L’abito di Calvin Klein non convince assolutamente e non dona all’attrice.
 
 
 
 
Classico blu per Glenn Close in Zac Posen. Il vestito sarebbe pure bello se non somigliasse troppo a quello già indossato dall’attrice alla notte degli Oscar 2012.
 
 
 
 
Semplice e raffinatissimo l’abito Alberta Ferretti indossato da Sally Field.
 
 
 
 
Scintillante come un’armatura la mise di Jodie Foster, premio alla carriera, che ha emozionato tutti con il suo coming out. L’abito è firmato Giorgio Armani.
 
 
 
 
Pale blu  by Calvin Klein convincente indosso a Rosario Dowson.
 
 
 
 
Azzurro arabescato per Nicole Ritchie con una abito Naeem Khan.
 
 
 
 
Promossa la scelta di Kristen Bell che indossa un Jenny Packham.
 
 
 
 
Blu petrolio per Julie Bowen che ha scelto di indossare un abito Halston che le dona moltissimo.
 
 
 
 
Eccentrici e d’impatto.
 
Terminiamo la carrellata con gli outfit più eccentrici e spettacolari visti sul red carpet.
 
 
 
 

Jessica Alba è stupenda in questa mise color aragosta by Oscar De La Renta. Il tocco di eccentricità? Ovviamente la borsa di piume Roger Vivier.
 
 
 
 
Non lascia certo molto all’immaginazione l’abito Atelier Versace indossato da Halle Berry. Too much!!!
 
 
 
 
Bella e romantica Lucy Liu che ha scelto un abito Carolina Herrera.
 
 
 
 
Mise bollente per la sexy attrice e cantante Jennifer Lopez. Look targato Zuhair Murad.
 
 
 
Ed a voi quali look sono piaciuti e quali non vi hanno convinto?
 
Attendiamo i vostri post di risposa 🙂
 
 
Simona Aiello
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 

Comments

comments

1 Comment

  • Reply sabrys 18 gennaio 2013 at 2:28

    l’errore della Chastain mi ha lasciato a bocca aperta…il vestito le stava veramente male!Le mie preferite invece sono state Megan Fox,la Swift e la Alba ^^

  • Leave a Reply