Beauty bambini Mamma & Bimbi

Come scegliere il nome del bambino? Ecco alcuni consigli

5 luglio 2016
nomi-per-bambini

Il nome perfetto per il neonato

Bebè in arrivo? Allora sarà il caso che cominciate a pensare al nome da dare al vostro bambino: un momento molto importante, che alle volte porta con sé dubbi, indecisioni e persino liti fra coniugi. Eppure è bene sappiate che, qualsiasi nome sceglierete, l’importante sarà sempre sentirlo vostro e adatto al bimbo: spesso, infatti, seguire l’intuito è la via migliore per risolvere questo problemino. Vediamo insieme alcuni consigli su come scegliere il nome per il bambino.

Consigli utili

Primo step – Trovare il significato del nome

Prima di decidere un nome, valutatene il significato e l’etimologia: in questo caso, il consiglio è di informarvi leggendo l’articolo di DonnaD.it per trovare il significato dei nomi, così da andare sempre a colpo sicuro.

come-scegliere-il-nome-del-bambino

Sai che? Dura lex sed lex

La prima cosa che dovete sapere, è che non potrete dare al vostro neonato il nome della mamma o del papà, e neanche quello di un fratellino o di una sorellina. È la legge che lo dice, e comunque non sarebbe una scelta felice o adeguata: dunque accantonate questa idea.

Un nome diffuso?

Se desiderate dare al vostro neonato un nome che sia famoso, allora non potrete fare a meno di considerare l’ipotesi di chiamare vostro figlio Francesco o Giulia, nel caso si tratti di una femminuccia: questi due nomi sono infatti i più diffusi in Italia. Il primo riporta alla memoria Francesco D’Assisi, patrono d’Italia, mentre Giulia ha origine nell’antica Roma e indica la vecchia aristocrazia. Altri nomi molto diffusi, Lorenzo, Alessandro, Andrea, Martina, Sofia o Sara.

Un nome semplice e facile da pronunciare

Spesso i nomi migliori per i neonati sono quelli semplici, facili da pronunciare e senza sillabe troppo elaborate. Il motivo è che, in questo modo, il bambino imparerà prima a pronunciare il suo nome senza annodarsi la lingua. Inoltre, scegliendo un nome semplice, potrete anche evitare imbarazzo nel bimbo, che potrebbe essere oggetto di prese in giro nel caso in cui il suo nome fosse troppo complesso o inusuale. Infine, un ulteriore consiglio è evitare i nomi doppi o tripli, come ad esempio Carlo Antongiulio.

Errori da evitare

Considerate sempre il vostro cognome

Non c’è cosa peggiore che dare un nome al neonato che stoni con il cognome, oppure che crei un accostamento ironico (voluto o meno). Ad esempio Santo Campo, Dario Lampa, Celeste Macchia ed altri nomi simili potrebbero magari risultare divertenti la prima volta, ma diventerebbero una tortura per il bambino, costretto a crescere fra lo scherno e la derisione generale. Io ho lavorato in aeroporto e vi giuro che di nomi strani ne ho sentiti davvero!

Evitate l’omonimia

Nel caso aveste scelto un nome molto comune, valutate anche la possibilità che l’unione fra nome e cognome possa generare tanti casi di omonimia: nel caso in cui anche il vostro cognome sia particolarmente diffuso, infatti, il vostro bambino potrebbe trovarsi in futuro in casi spiacevoli, come ad esempio lo scambio di persone. Inoltre, un nome comune (al di là del cognome) potrebbe caratterizzarlo poco durante gli anni della scuola, portando le persone che lo circondano a chiamarlo per cognome.

Attenzione al diminutivo

Un altro fattore da considerare è un eventuale diminutivo: chiedetevi come suonerebbe, e se potrebbe essere semplice da adottare. Questo è un elemento molto importante, soprattutto nel caso in cui doveste scegliere un nome lungo.

No alle contraddizioni

Voi non potete ovviamente sapere il carattere che avrà da ragazzo il vostro neonato, ma cercate sempre di non sfidare la fortuna, evitando nomi che potrebbero generare contraddizioni. Ad esempio, lasciate perdere nomi come Selvaggia, ed altri che potrebbero davvero segnare in negativo la giovinezza di vostro figlio.

Sapete come ho scelto il nome del mio bimbo? Clicca qui per scoprirlo e farti quattro risate….  

Mi trovi anche su Instagram per seguire i miei scatti

e su Snapchat come sara_aiello

Comments

comments

No Comments

Leave a Reply