Libri & Film Lifestyle & Travel

Book review, Quello che le mamme non dicono. Il libro che tutte lemamme dovrebbero leggere

16 luglio 2013
Se c’è una cosa che ho imparato da quando sono diventata mamma è che tutti sono bravi a dispensare consigli, a dire la loro, ad osannare la maternità e a far sembrare il mondo delle neomamme come un paradiso perfetto, dove la mamma con i capelli lucenti, le unghie laccate e la casa sempre splendente,  rivolge devotamente tutte le sue attenzioni al nuovo piccolo arrivato.  Il mondo della “mamma perfetta” non esiste o perlomeno non subito. Non è facile affrontare la nuova realtà, il post-parto, un fisico che anche dopo il parto, non ti appartiene, il bebè che assorbe tutte le tue energie ed infine le millemila visite che affollano ospedale e casa a pochi giorni dal lieto evento (e che dovrebbero essere abolite e considerate un vero e proprio disturbo della quiete pubblica).
Il bello della maternità viene dopo: quando raggiungi quell’intimitá col pupo che non é affatto immediata, quando inizia a rivolgerti i primi sguardi, quando con una presa decisa ti stringe il dito attorno alla sua manina…
Chiara Cecilia Santamaria (autrice del libro e del blog ://machedavvero.it/) ci racconta la sacrosanta verità, della maternità prima, durante e dopo; delle difficoltà che incontra una donna in carriera e con una vita sociale che non preveda cambi di pannolini e poppate notturne, dell’amore e dell’istinto materno che arriva dopo mille peripezie … Perché come dice Chiara: l’amore ha molte strade, e non necessariamente imbocca quella più veloce, più facile, più ovvia”. Perché quando diventi mamma nessuno ti dice : rimboccati le mani perché adesso non sei responsabile solo di te stessa, ma hai una vita tra le mani, e ciò comporterà dubbi, paure, ansie. E quando Chiara parla di tutto questo lo fa con ironia, con un pizzico di cinismo, ma soprattutto con tanta sincerità. Nelle ultime pagine si lascia andare a sfoghi di pura dolcezza senza risultare stucchevole, ci ricorda che si può essere brave mamme anche senza rinunciare ad essere donne ed io lo consiglio vivamente a tutte le mamme, alle future mamme e a chi desidera diventarlo….perché in fondo è sempre meglio arrivare “preparate” a questo evento… Tanto sconvolgente quanto unico e meraviglioso.
“….C’è la consapevolezza di aver creato insieme una meraviglia. Una persona. Una vita. Un esseri o che è un erogatore incessante di sentimenti, che vi ama incondizionatamente, che si appoggia completamente a voi. È un legame che va al di là di tutti, dà un senso molto più profondo al semplice stare insieme. Siete i pilastri sui quali si appoggerà per costruire se stessi, La sensazione di avere tra le mani la sua vita rende il legame a due completo, necessario. Essere felici allora diventa qualcosa in più di un desiderio egoistici, è una sorta di dovere verso di lui. Più felicità ha intorno, più ne assorbe, più sarà allenato a riconoscerà e a perseguitarla. Credo sia questa la consapevolezza che accompagna la coppia dopo un figlio. Sapere che due più uno non è un’addizione, ma una moltiplicazione. Di amore. Di cose belle.”

Comments

comments

No Comments

Leave a Reply